Translate

sabato 31 agosto 2013

Risultati Elettorali Senato Elezioni Agosto 2013

ULTIMA ORA. Risultati Elettorali Elezioni Straordinarie per il Senato della Repubblica: il centrosinistra travolge con un sonoro 4 a 0 il centrodestra, aggiudicandosi tutti i seggi in palio.
Il capo del governo, Giorgio Napolitano, ed il suo vice, Enrico Letta, si dichiarano pienamente soddisfatti del risultato. 
Epifani ha reso nota la propria disponibilità per la carica di Ministro degli Interni e delle Carceri.
Berlusconi risulta piantonato in ogni residenza. 

venerdì 30 agosto 2013

Napolitano ha perso l'ultima occasione di pacificazione nazionale.

Certo, non c'era da aspettarselo, ma sarebbe stato un gesto eclatante e decisivo, che avrebbe potuto mettere una pietra tombale sull' antiberlusconismo e sulla voglia di criminalizzare il leader anticomunista di milioni di italiani. Più della Grazia, da non chiedere assolutamente, Napolitano avrebbe potuto abilmente risolvere l' impasse che rischia ancora oggi di far cadere il Governo Letta; e cioè nominare Silvio Berlusconi Senatore a Vita, piuttosto che uno dei quattro scelti oggi.
Così non è stato: purtroppo, se uno è stato comunista, quasi sempre lo rimane a vita. 



giovedì 29 agosto 2013

E Francesco si inchinò davanti alla moglie del Sultano...

Secoli addietro San Francesco d' Assisi chiese al Sultano Al-Malick, nipote del feroce Saladino, di convertirsi alla Vera ed Unica Fede. Oggi un nuovo Francesco si inchina davanti alla Regina Ranja di Giordania.
Il Tramonto dell' Occidente. 

domenica 25 agosto 2013

Il Telefono, la Sua Voce....

Mi ha appena chiamato una famosa compagnia telefonica nazionale, chiedendomi di cambiare gestore.
Tra le varie offerte, una particolarmente interessante:abbonamento con chiamate illimitate verso l' Argentina e Gerusalemme con omaggio di telefono cordless modello Sanpietrino, colore giallobianco, compreso di doppie chiavi per chiusura contro intrusione estranei e leaks vari. 
Con linea diretta con Santa Marta. 
Sto valutando....

venerdì 23 agosto 2013

I motivi per andare al voto. Subito.

Come avevo previsto fin dalla sua creazione, il Governo Letta, nato su alleanze anomale del centroDestra col nemico comunista e con Ministricchi Strani come Idem, Kyenge, Bonino, Bray con poi l' aggiunta della nota antifascista militante Boldrini alla Camera, avrebbe avuto vita breve. 
Governo che in pratica non ha fatto nulla, compreso l' ANNULLAMENTO promesso dell' Imu e dell' aumento capestro dell' Iva. Ha vivacchiato, con provocazioni varie delle persone sopra nominate, in special modo da parte della ex-clandestina, cercando poi di legiferare sul nulla, come femminicidio ed omofobia. Da quando poi c'è Epifani, la piccola moderazione che Enrichino Carino sembrava aver preso, è completamente sparita. Anzi, ultimamente si è riaperto il clima di violento antiberlusconismo, che sembrava ormai relegato a giornali come il "Fatto" e l' "Unità". Grazie alla sentenza decretata da un giudice sul quale la Storia si pronuncerà, da quanto emerge ogni giorno. 
Dunque, cosa serve rimandare il voto, quando finalmente la sinistra comunista ha la possibilità di eliminare Silvio Berlusconi, cosa che non le è riuscita con i vari D'Alema, Prodi, Veltroni, Gargamella in tutti questi anni ?
Questi elefanti, questi mammouth preistorici non pensano al bene del paese, a riformare le pensioni, a risolvere il problema degli esodati, alle Famiglie Italiane su lastrico, a cacciare i clandestini fuorilegge, a far ripartire l' economia, a salvaguardare piccole e micro-imprese; no, loro, ormai in preda ad un odio paranoico ben rappresentato da quel povero caso umano che si cela dietro lo pseudonimo di "Antonio Rossi" che ogni tanto da anni mi riempie di insulti, vogliono arrivare a realizzare quello che in altro modo democratico mai sarebbero riusciti a fare. Si vada dunque al voto, e subito !

Come per i pederasti, dietro il femminicidio c'è business...

In passato ho scritto qui, e nel blog "Secondo Natura", come in realtà a spingere in favore di pederasti e lesbiche ed altre stramberie, ci sia il mercato ed altri furbetti che abbiano fiutato gonzi da spennare. Come la moda. 
Lo stesso sembrerebbe ora accadere per il femminicidio, fenomeno INESISTENTE come l' omofobia, vedendo una pubblicità sui giornali di un noto marchio di abbigliamento (a cui non voglio far pubblicità) dove lo stilista tatuato e similCorona posa vicino ad una cantante in versione similviolentata. Pecunia non olet....

giovedì 22 agosto 2013

Partita la criminalizzazione di Franco Nero...

Compagni esterrefatti e 

disperati: ma Franco Nero non 

era comunista ? Eppure su 

Faccialibro partono a raffica 

gli insulti contro l' attore.

Con accuse di essersi venduto a 

Mediaset ed altro. Accompagnati da questo 

vergognoso poster. Questi italioti comunisti, neocomunisti 

e giustizialisti da 5 soldi non cambieranno mai. 

sabato 17 agosto 2013

Francesco, la favoletta Mariana e le Clarisse....

Qualche precisazione dovuta sulla favoletta Mariana di Francesco del 15 agosto alle Clarisse... postata da Vatican News:

Il Papa alle Clarisse:se Pietro chiude le porte del Paradiso, Maria le apre.
Prima della Messa a Castel Gandolfo, Papa Francesco, ha incontrato le Clarisse del Monastero di clausura di Albano, ad un mese dalla sua prima visita in questo istituto. L’incontro è durato circa tre quarti d’ora. Sergio Centofanti ha intervistato la Madre abbadessa, Maria Assunta Fuoco, e la Madre vicaria, suor Maria Concetta Sfregola:D. - Madre Maria Assunta, come è andato l’incontro con il Papa?

R. - Esprimere i sentimenti che abbiamo vissuto in questo breve ma intenso incontro è difficile, però quello che il Santo Padre ci ha lasciato è questo: ci ha esortato a vivere fino in fondo la nostra vocazione, rimanendo fedeli al nostro carisma, quindi in quella semplicità, in quella ricerca di essenzialità, in quella povertà che ci fa sentire tutte sorelle. Quindi, questa ricerca forte di vivere una relazione fondata nell’amore del Signore. È un po’ se vuole quello che esprime la persona del Santo Padre: un’umanità molto ricca, un’umanità che non si ferma all’accessorio, ma va in profondità, creando relazione. Sono parole che lui ci ha detto, il suo stare in mezzo a noi, molto semplice, ma quella semplicità che rivela una profondità molto forte. Quindi è stato un momento che è difficile esprimere veramente! Però è stata una gioia e una forza che richiama ancora di più ad una responsabilità autentica, vera, della nostra risposta al Signore per la Chiesa e per il Santo Padre.
D. - Suor Maria Concetta, cosa l’ha colpita dell’incontro con il Papa?
R. - Lui era tranquillo, disteso come se non avesse alcun pensiero o nulla da fare. Ci ha parlato - in un modo che ci ha colpito tanto - di Maria, in questa Solennità dell’Assunta. La donna consacrata è un po’ come Maria. Ha raccontato una cosa simpatica, bella che ha fatto sorridere tutti, lui compreso: Maria sta all’interno della porta del Paradiso; San Pietro non sempre apre la porta quando arrivano i peccatori e allora Maria soffre un po’, però rimane lì. E la notte, quando si chiudono le porte del Paradiso, quando nessuno vede e nessuno sente, Maria apre la porta del Paradiso e fa entrare tutti. Ecco, abbiamo rivisto in questo, la nostra missione, la nostra vocazione. Questa vocazione alla vita contemplativa, in clausura, oggi non è compresa per niente, ma non importa! Qual è l’essenzialità? Qual è lo scopo di questa vita, di questa vocazione? Credo sia proprio questo. E oggi il Papa in poche parole ce lo ha ridetto. Nel silenzio, nel buio, nella notte, quando nessuno vede, nessuno sa, nessuno sente, quanta gente passa davanti ai monasteri di vita contemplativa e non sa neanche chi c’è lì dentro e perché stanno lì! Ecco, in questo silenzio, in questa notte, si svolge la nostra missione, cioè poter aprire le porte del Paradiso per far entrare tutta l’umanità, tutti gli uomini, fratelli e sorelle che forse neanche conoscono, neanche sanno e forse non hanno il dono della fede. Come Maria, aprire quella porta; ridare fiducia, speranza. Nessuno sa… ma non ci importa. Però lo sa Dio, lo sa Maria!


Dunque, conoscendo già io la storiella (vecchia, ripeto...), ho di primo acchitto cercato di difendere Bergoglio. Poi, ripensandoci ed analizzando bene ogni frase, sono rimasto basito.
Mia Moglie stessa, cresciuta in un ambiente ateizzato in tutto dal Regime comunista, ma con reminescenze Ortodosse, fin dall' inizio di questo pontificato mi ha spesso fatto notare questa facilità del perdono a tutti i costi, impensabile per gli Ortodossi, appunto. Naturalmente, prima ho controllato il link in questione, e dunque:

1)Il link è di news.Va. Ufficiale, dunque. Ho cercato notizie confermatrici in Vatican.Va ma non ho trovato le parole esatte. Ma, e c'è un MA ENORME: da anni lamentiamo un grave problema, cioè la mancanza di una buona gestione della comunicazione e dei rapporti coi Media da parte della santa Sede. Ergo, se le simpatiche suorine (e quante votano PD,tra certe suorine alla Rosy Bindi che conosco !) avessero riportato malamente le parole di Francesco, subito la Santa Sede avrebbe dovuto smentire, correggendo. A questo momento, non è così. Silenzio assenso. 

2)Se confermate, le parole risultano epocali, a smentire pure il Catechismo vigente. Nei suoi punti 210, Purgatorio, 211, Anime del Purgatorio, 212 e seguenti, Inferno. Inoltre NON vedo pentimento alcuno tra le Anime che bussano a Pietro in questa favoletta, nè invocazioni di Salvezza e Perdono rivolte a Maria Ausiliatrice. 

3)Sono fresco della mia nota di ieri, su Innocenza e Bellezza: trovo dunque inaccettabili ed in contrasto, se VERE, le parole della favoletta: "quando si chiudono le porte del Paradiso, quando nessuno vede e nessuno sente, Maria apre la porta del Paradiso e fa entrare tutti.". Che, Dio mi perdoni se sbaglio, parole che mi rammentano sia Caino che Giuda, ma anche Adamo ed Eva, che sperano di farla sempre franca, pensando di non esserer visti da nessuno, Dio compreso. E mi rammentano, da ex-suddito dell' Impero Austriaco, l' italianità più deleteria che ho sempre detestato, e cioè il voler fregare tutto e tutti. Aumma aumma. 

4)Il tutto ben si lega al buonismo imperante, che porta la stragrande maggioranza delle Omelie Funebri a porre in Paradiso il caro estinto, pure se si tratta di Don Vito Corleone in persona. Con contorno dell' altra abbiezione, gli applausi. Chi sono io per giudicare ? Nessuno, certo, ma constato. Tanto da ribadire ogni volta che parlo di Mio Padre di sperare e pregare che sia in Purgatorio. O ci siamo dimenticati proprio le Parole volute da Maria e che recitiamo nel Rosario ?
Ci siamo forse dimenticati la Visione dell' Inferno avuta dai Veggenti A Fatima il 13 luglio del 1917 per volere della Madonna ? " vedemmo come un oceano di fuoco. Immersi in quel fuoco [vedevamo] i demoni e le anime [dannate]. [Queste] erano come bragia trasparente, nera o bronzea, e avevano forma umana. Erano come sospese in questo incendio, sollevate dalle fiamme che uscivano da loro stesse insieme a nubi di fumo. [E poi ] ricadevano da ogni parte, come le scintille nei grandi incendi, senza peso né equilibrio, in mezzo a grida e gemiti di dolore e di disperazione che facevano orrore e tremare di paura. (È alla vista di questo spettacolo che devo aver lanciato quel grido “Ahi” che si dice aver inteso da parte mia). I demoni si distinguevano [dalle anime dannate] per le forme orribili e ripugnanti di animali spaventosi e sconosciuti, ma trasparenti, come dei neri carboni trasformati in bragia....". 

In conclusione, la favoletta di ieri, SE CONFERMATA, resta, al di la' di ogni cosa detta o fatta da Bergoglio da marzo ad oggi, il fatto più sconvolgente (e grave, che Dio mi perdoni se sbaglio...Chi sono io per giudicare, direte voi a questo punto...), insieme al mancato rimbrottamento al lanciatore del Rosario, per il quale molti Martiri sono morti.

Vi lascio infine con quanto scritto da Cristina Siccardi nell' ottimo libro "Fatima e la Passione della Chiesa" in tempi non sospetti , 2012(pag. 100 e 101):

"La paura dell' Inferno è, insieme al desiderio del paradiso, la principale forza naturale di elevazione delle Anime. Il SOTTACERE l' aspetto punitivo della Giustizia di Dio, nel desiderio di esaltarne la MISERICORDIA, finisce per dare un'immagine distorta e blasfema dello stesso amore di Dio per l' uomo.
L'esistenza dell' Inferno e la concreta e reale possibilità di finirci sono PARTE INTEGRANTE dell' Amore di Dio verso l' Uomo; se al contrario avessimo la salvezza assicurata, indipendentemente dalle nostre opere o anche solo a costo di sacrifici non eroici, noi verremmo trattati dall' Onnipotente come il padrone tratta un animale d'affezione, quando lo nutre e lo mantiene indipendentemente da ciò che lo stesso animale fa o si astiene dal fare. Bisogna anche dire che se Dio portasse in Paradiso alcune Anime senza loro merito, mentirebbe, perchè accrediterebbe della medesima qualifica coloro che tali meriti hanno e coloro che ne sono privi. E visto che Dio, per definizione, è Verità Assoluta, la concretezza dell' Inferno - ed il fatto che eternamente vi patiscano il giusto castigo alcune Anime - è Verità razionalmente comprensibile prima ancora che Dogma di fede. ". 

venerdì 16 agosto 2013

Quando abbiamo perso l' Innocenza e la Bellezza ???

Oggi ho rivisto un filmino leggero leggero, la storia di Beatrix Potter.
Che mi ha fatto ripiombare in epoca Vittoriana, portandomi alla solita conclusione: con la Prima Guerra Mondiale (ma io la chiamo come Ernst Nolte, Prima Guerra Civile Europea...) abbiamo perso l' Innocenza e la Bellezza. E forse pure Dio.
Riguardando come si viveva allora, provo repulsione per l' oggi, intriso di volgarità e famiglie senza rispetto reciproco. Dico, stiamo parlando dello scorcio sulla vita di una famiglia inglese, dunque nemmeno Cattolica. Ma che rispettto filiale, che senso della Gerarchia, che pudore dei sentimenti tra i fidanzati !
La Prima Guerra Civile ha fatto crollare questa Europa, suicidatasi per imbecillità e capitalismo esasperati. Facendosi sostituire da USA e URSS ad ovest ed est.
Non per nulla, dopo il crollo di questo mondo, con l' Innocenza abbiamo perso la Bellezza. La pittura, la scultura, la musica non ha prodotto quasi nulla, tranne rarissimi casi. Per non parlare dell' architettura, qualcosa salvo nell' arredamento, di cui mi occupo nella vita reale, ma solo se su canoni classici.
Anche il Popolo, che teneva il Vestito Buono per la Domenica, ha perso la propria Innocenza, rinnegando la Terra e la propria piccola Bellezza Domenicale, fatta di Onestà, Preghiera, Riunione Familiare. Diventando quel mondo di "Brutti, Sporchi e Cattivi" di cui spesso mi sono occupato, nel mio blog e pure qui in una nota recente. Pure la Famiglia ha perso l' Innocenza, con padri senza onore, madri menefreghiste e figli ribelli; il Rispetto è venuto a mancare, i figli sono trascurati, i vecchi sono un peso e non contano una cippa. Le parolacce, a quei tempi impensabili, si dicono a bizzeffe, non si mangia insieme; i problemi diventano insormontabili, mentre una volta erano risolti dalla voglia di resistere, fedeli ad una Parola Data. Si è perso il Senso del Sacrificio, insegnato dal Cristianesimo, alla base un tempo della Famiglia e della società. Consumare, godere, comprare, possedere hanno generato divorzio, aborto, eutanasia, fecondazione egoista, matrimoni strampalati. 
Pure la Bellezza viene maldifesa, se a parlar di essa si erge un critico d'arte che per vezzo dadaista si distingue per ira e turpiloquio in televisione. Già, la televisione, uno dei mezzi che ha contribuito a far perdere l' Innocenza e la Bellezza. 
E perdendo l' Innocenza, trionfa il Relativismo, tutti hanno ragione, la Verità non è più UNA, ma ognuno si erge depositario di proprie verità. Tanto poi c'è la Misericordia, magari anche senza Confessione, chè ormai la si "usa" solo a Natale e Pasqua, se la si usa. Il Prete si è adeguato, non vuole essere più quello stufone che ci rimbrottava sul Peccato. Già, "Chi è lui,per giudicare ?" E che quindi tutto sia permesso, e l' Autorità negata, Ecclesiale o dello Stato;e permettendo tutto,si generano Bellezze in realtà oscene, in pittura, scultura, musica, come ricordato sopra, ma anche nella vita comune, perdendo quel Pudore Santo alla Base della Verità. 
Giorno dopo giorno abbiamo dimenticato il Messaggio del Cristo venuto in Terra, donandoci la Sua Propria Innocenza e quella di Sua Madre, Messaggio contornato dalla Divina Bellezza del Creato. Lasciandoci poi in dono l' Innocenza dei Santi e la Bellezza della Liturgia della Santa Messa. 
Oggi abbiamo svuotato la vita dell'essenziale, e ci siamo riempiti del superfluo...
Ed il marxismo ha ucciso l' Innocenza ed il Capitalismo la Bellezza, minando alla base la Società di un tempo...E noi passivi, imbelli, con l' Innocenza uccisa dal superomismo generante mostri. 
Mi viene in mente un altro film (e romanzo, di H.G.Wells...), per dire che siamo già ai Morlock ed Eloi, metà umanità Bestia ma volgarmente tecnologica, e metà umanità di "bellezze plasticate" senza nerbo e volontà. Secoli di Innocenza e Bellezza mandati in soffitta per pigrizia e piacere del consumo effimero.  E' come se Renzo Tramaglino, spesso fumino, non avesse rispettato (come fu tentato...) l' Innocenza e la Bellezza di Lucia Mondella, fornicando con lei prima del dovuto. Con Fra' Cristoforo messo in un angolo, "come una cosa dimenticata" perchè scomodo, con le sue ingerenze e la sua Forza Cattolica Interiore, pur con i dubbi di ogni essere umano. 
Già, Fra' Cristoforo, scomodo come Don Camillo, San Pio da Pietrelcina, il Vescovo Alessandro Maggiolini. E, col dovuto rispetto e differenza, quel piccolo,piccolo piccolo ma ENORME Difensore della Fede che è Benedetto XVI che abbiamo lasciato solo per vigliaccheria quando ogni giorno era attaccato dal Mondo. Scomodi, ma autentiche ROCCE, consci che la Verità è solo in Gesù e senza Gesù c'è solo stridor di denti e dannazione. 
Ecco, guardate, sono partito da un filmetto, e sono arrivato al Cristo, parlando di Innocenza e Bellezza. Perdute. Passando attraverso un piccolo mondo antico forse perso per sempre...
Già, ma chi sono io, per giudicare ? Dunque, prendete con le molle codesta mia Nota che, stando ancora col Don Lisander: "se non v’è dispiaciuta affatto, vogliatene bene a chi l’ha scritta, e anche un pochino a chi l’ha raccomodata. Ma se in vece fossimo riusciti ad annoiarvi, credete che non s’è fatto apposta."

sabato 10 agosto 2013

giovedì 8 agosto 2013

Poesia di mezza estate 2013...Povera italasia !

L' italia è alla frutta, il pan ci manca,
nessuno ha più un soldino in banca.
Ma presto presto, vota il parlamento,
così sarà il paese assai contento !
Femminicidio, problema grave,
mentre il popolo mangia solo le fave.
Tutto va ben, sora Marchesa,
tranne che fare la spesa.
Ora le spiagge attendon impazienti
il riposo dei parlamenti !
Deh, poveretti, già son mal pagati,
giusto che vengan premiati !
Che a settembre, al loro ritorno,
ci faran pagare tutto lo scorno.
Ma che IMU, IVA ed agevolazioni,
degli invertiti i matrimoni
sarà la giusta occupazione
del capocorrente e del peone.
E la legge sull' omofobia,
tutti i problemi spazzerà via.
Come ogni anno paga pantalone,
tanto l' italico non fa rivoluzione.
E se non vi piaccion, non fate i bambini:
spariti i soliti noti, arrivano i grillini.
Sono belli, santi e tosti,
pronti a farsi gli affari vostri.
Per terminare questa mia,
stetta la strada, lunga la via,
il paese arranca, io c'ho il magone,
ed a voi dico:"Arridatece er Puzzone !"

Berlusconi Nobel per la Pace.

Venti di Guerra Fredda soffiano nuovamente sul mondo, in gran parte per colpa del premio nobel anomalo Obama. 
Come sono lontani i tempi di questa fotografia, quando, grazie alla propria abile diplomazia, Silvio Berlusconi era riuscito a formare un' asse stabile tra George Bush e Vladimir Putin, portando pure il nostro paese ai vertici mondiali, nonostante diverse forze eversive tramavano tafazzianamente contro di lui, per invidia ed odio. Ed allora, con tutti i farlocchi premi nobel pacifinti distribuiti, incominciando da Obama, passando per Mandela fino ad Arafat, mi sembra giusto proporre, per quanto fatto nell' interesse italiano e mondiale durante la propria carriera di Grande Statista, il Premio Nobel per la Pace a Silvio Berlusconi, da vent'anni perseguitato ingiustamente nel nostro paese ben più del leader terrorista sudafricano, che mai rinnegò la lotta armata. Con buona pace di Bindi, Epifani, Grillo, Benigni e compagnia avariata.

martedì 6 agosto 2013

Posso almeno dire che sono lavativi ?

Mattinata dal Medico di Base per un controllo sul mio colesterolo altuccio...
Bravissima persona, paziente e, manco a dirlo, di Destra ed oltre. Anche se chiude alle 13, spesso ha protratto l' apertura anche fino alle 15 e passa (mi dicono anche più tardi, dopo le 16...) per visitare coloro già dentro l' ambulatorio alle 13. Giusto. 
Dopo lunga attesa, entro alle 13,15. Dietro di me c'era solo un ragazzo. Ebbasta !
Quando esco, dopo le 13,25 mi accorgo della presenza in sala d'aspetto di  due arabucci, che prima non c'erano assolutamente. Per loro, nessuna coda come noi italiani. Ed il Medico (troppo buono) fregato. Poi  però piangono e strepitano sul razzismo. Impari opportunità, direi, Sign. ra Ministro del Congo. O no ?
 (io li avrei fatti uscire, ma sono un peccatore...)

Siamo tutti Maltesi !

L' Unione Sovietica Europea (UE) cerca, per l' ennesima volta, di intervenire ed interferire negli Affari Interni di un proprio membro. Questa volta se la prende con Malta, da anni alle prese con i tentativi di invasione dei clandestini fuorilegge trasportati dai mercanti di schiavi. E da sempre il piccolo stato de La Valletta si oppone con fermezza all' invasione, come ai tempi dei Cavalieri Ospitalieri. Malta, Stato Cattolicissimo dove è proibito l' aborto. Dove il 98 % della popolazione si dice Cattolica, percentuale tra le più alte al mondo. Il Cattolicesimo è Religione di Stato. Ma non tollera l' immigrazione clandestina e selvaggia. Non vuole essere la Nuova Lampedusa. Saranno sanzionati ?
Saranno Commissariati come i Francescani dell' Immacolata ?
http://www.ilgiornale.it/news/esteri/immigrati-lue-lasci-sbarcare-i-naufraghi-malta-no-941600.html 
 

venerdì 2 agosto 2013

Vogliono le Suore in Burqa ? Ridiamoci sopra...

Creata la Novissima Congregazione delle Mantellate Azzurre del Congo.
Il Ministro per l' Integrazione si è mostrata soddisfatta ed augura una fattiva collaborazione con il nuovo ordine, nel segno dell' ecumenismo e dei diritti delle donne....

L' italia di Piazzale Loreto non cambia mai.

Non entrerò nel merito, se non forse più tardi, della sentenza annunciata di condanna del Primo Ministro Cavalier Silvio Berlusconi, ma voglio parlare delle reazioni dei comunisti di ogni specie. Incominciando da Guglielmo Epifani, socialista di tessera, ma comunista "dentro", ora segretario del PD, che con le sue dichiarazioni "la sentenza va eseguita" ha ricordato l' articolo di Giorgio Amendola del 29 Aprile 1945 (di cui mi occupai più volte in passato) apparso sull' Unità: "Con risolutezza giacobina il coltello deve essere affondato nella piaga, tutto il marcio deve essere tagliato. Non è l'ora questa di abbandonarsi a indulgenze. Pietà l'è morta".  
Giacobina, appunto. 
Passando per i vari giornalisti di regime che da ieri sputano ancor più odio e veleno di prima, liberi di scrivere i titoli più infami. O per i pagliacci e le ballerine che già pregustano torbidi spettacoli in televisione, al cinema o in teatro.
Arrivando infine a quei poveri imbecilli che come corvi a Piazza Loreto o tricoteuses davanti alla ghigliottina hanno gioito davanti alla Corte di Cassazione, pieni di odio ed invidia, prima di tornare alle loro squallide vite di sempre. 
Non ci sarà mai pacificazione, finchè l' italia di Piazzale Loreto non cesserà di covare odio tribale. 

(naturalmente non ho inserito le immagini da macelleria che disonorano la memoria italiana..., ma solo la targa della piazza.)