Translate

domenica 30 ottobre 2005

Trick-or-treat:c'è poco da scherzare.

Anche quest'anno siamo inondati dalla campagna mediatica per Halloween;molti ,sottovalutando la cosa,pensano:è un innocente modo per far divertire i bambini ed anche gli adulti.Ed i commercianti ne cavalcano furbescamente l'immagine per vendere paccottiglia varia.
In realtà,dietro il fenomeno si cela una vecchia festa pagana ai confini del lecito;quella frase che frettolosamente traduciamo in "dolcetto o scherzetto" ,all'origine ha il significato di "maledizione o sacrificio".E risale a culti precristiani celtici ,quando gli adepti di una setta segreta giravano di casa in casa chiedendo offerte e sacrifici,a volte anche umani.In caso di rifiuto ,venivano lanciate maledizioni sulla casa.
Non per niente,ancor oggi il 31 ottobre coincide con uno dei 4 Sabbah,in cui si evoca la sconfitta della Luce,e si invoca il freddo,la fame e la morte.
Proprio per contrastare tale evento,la chiesa spostò la Festa di Tutti i Santi da maggio al 1 novembre.
A tutto questo c'è da aggiungere che ultimamente assistiamo al progressivo fenomeno della perdita del senso della festa,attraverso tre fasi:
1)La scristianizzazione della festa.
2)La ferializzazione del giorno festivo.
3)L'introduzione di nuove feste non Cristiane o perfino anti-Cristiane.Come Halloween,appunto.
In questi giorni ricordiamoci dunque del vero senso Cristiano dell'1 e 2 novembre .

5 commenti:

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Ecco i commenti:

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

#1 30 Ottobre 2005 - 18:36

Battaglia durissima: ogni occasione è buona per festeggiare.
Interessante lo spunto della "ferializzazione del giorno festivo";-)
Monsoreau


#2 01 Novembre 2005 - 16:28

NON PORGIAMO L'ALTRA GUANCIA.

Preghiamo per le anime dei defunti e per coloro che stanno nel Purgatorio.
Aiutiamoli con la preghiera e loro intercederanno per noi presso il Padre.

L'eterno riposo dona a loro, o Signore, risplenda ad essi la luce perpetua, riposino in pace. Amen
andreadaimola


#3 04 Novembre 2005 - 08:57

"Non per niente,ancor oggi il 31 ottobre coincide con uno dei 4 Sabbah,in cui si evoca la sconfitta della Luce,e si invoca il freddo,la fame e la morte."

alle volte mi stupisco della superficialità e del pressapochismo che leggo in giro....daa alcuni tuoi altri post e commenti, leggo che sei appassionato di antropologia e studi reeligiosi, ti ho visto citare eliade e altri famosi antropologi...possibile che ti sia sfuggito il significato intimo dell'antica festa di shamain? come tu ben sai, le civiltà cosidette "primitive" vivono in un tempo scandito da ciciclicità e da riti, non in un tempo , diciamo, lineare, comee noi, ovvero un tempo che ha un inizio, e va verso un inesorabile fine...ora, come sempre tu ben saai, le feste dei popoli antichi sono proprio questo...oveero una riproposizione rituale ciclica di avvenimenti che riportano il tempo e il mondo nel loro giusto ordine(e da qui si ha l'intima compenetrazine fra mito-rito)..orbane, questa antica festa, in origine, era la festa difine anno, in cui si passava dalla luce delle stagioni piu calde, al buio dell'inverno...il periodo in cui laterra dormiva e non dava frutti...proprio quiesto senso di morte, aveva dato la credenza che in questa particolare notte di passaggio i morti potessero tornare sulla terra...ma la festa non era intesa come un elogio del buio, della morte, o delle forze oscure...era solamente un momento di passaggio...dalla luce, al buio, in attesa che la luce tornasse nuovamente(festa di beltane, in primavera)


Evilphemt

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

#4 05 Novembre 2005 - 08:12

Il mio blog comincia proprio a divertirmi:dopo un companero ecco arrivare un bel neo-pagano.Cosa che mi stimola.
Il quale si inalbera altrove se gli confondono devil con evil.
Ma è proprio la traduzione di evil, sia come aggettivo che come sostantivo , a non lasciare molti dubbi sul significato;né Phemt,il 5° angelo,il signore dei desideri,non può non indurre ad altrettante preoccupanti riflessioni.

Ma veniamo al dunque:superficialità e pressapochismo.

La mia riconversione al cattolicesimo è un lungo percorso passato attraverso diverse religioni.E viggi,tra i quali in Cornovaglia,con puntate nella piana di Salisbury.
Sul paganesimo celtico mi è parso poi utile la lettura di "La Sapienza di Avalon",del prof. Bates,che è riconosciuto esperto mondiale di Wicca e Wyrd.Il quale,a pag.173 scrive: "Nella notte di samhain (Hallowe'en)si celebrava l'unità dei 2 mondi e poteva capitare a tutti di accedere alla dimensione occulta".
Ora il punto è:prima del Cristianesimo il regno dille tenebre,dei morti,era un luogo considerato allegro,felice,oppure no ? E' invece dominato dalle tenebre,dal buio,mentre Gesù ci ricorda d'essere venuto a portare la Luce e la Vita.
Le case dei druidi,degli sciamani,erano ai margini,spesso nella foresta,a differenza delle Chiese,erette al centro del paese.
Del resto ,ribadisco il fatto che Samhain ,con Beltane,Imbolc e Lughnassadh non sono mai state feste per pecorelle.Nè lo sono adesso.
Infatti Massimo introvigne ,nella sua completissima "Enciclopedia delle Religioni in Italia" ci erudisce ben bene sul rapporto nel Wicca tra neo-paganesimo e neo-stregoneria che ha alla base l'eresia Murray,dal nome di Margaret Alice Murray.Di cui,sicuramente sarai al corrente.Cosa
orribile per chi affermava,ed ancor oggi afferma,che la stregoneria non sia mai esistita,essendo un'invenzione della "cattivissima" inquisizione.
Del resto Wicca,Wyrd ma anche Witch e Witchcraft hanno in comune la matrice gaelica Wy,bastoncino,adoperato dagli sciamani e dai druidi per piegare il fato.
Più chiaro di così...
Aggiungiamo poi(ma mi sembra di averlo scritto già)le similitudini tra le Sorelle del Wyrd e le Ielele dell'antica tradizione dacio-rumena e vediamo che il quadro offerto dal neo-paganesimo non sia né gioioso né luminoso.
Sono così costretto a rimandare al mittente le accuse di cui sopra,il quale avrebbe dovuto mostrar maggior prudenza (prudenza,temperanza...che religione propone queste Virtù ?Mah !)nell'entrare come un elefante in un negozio di cristalli.
Fortunatamente con neo-pagani come Passaro e De Turris si può discutere.
In chiusura,un'altra inesattezza:per il Cristiano il tempo è si una linea retta ,ma proprio come la retta non ha inizio nè fine.
E viene a sostituire il Cerchio che è solo illusione.Come il sogno e la morte.
Vandeaitaliana

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

#5 05 Novembre 2005 - 15:58

Riprendendo poi dal blog giùlamaschera.splinder.com ,dove reclami replica,
ti rispondo io,se me lo concedi,o Evilphemt.

Che forse basto senza scomodare Rino Cammilleri ,che qualche libro in vita sua ha scritto. Che è pure giornalista assai poco "disinformato".E che incautamente vuoi attaccare.
Scrivi,citando il buon Rino:

"a parte che catari e albigesi non sono due sette distinte, ma sono nomi intercambiabili per la stessa setta,";
giusto,infatti così afferma l'autore di FREGATI DALLA SCUOLA:"catari ed albigesi,tutti nomi diversi dello stesso fenomeno".

Poi inciampi sui Patari.

Già il fatto che lo storico ed ecclesiologico ha dovuto riassumere in forma breve forme assai simili di eresie,sarebbe bastata una controllatina (invece che in Internet,di cui diffido ed invito sempre di diffidare)a libri ed enciclopedie.
Per esempio la Grande Enciclopedia De Agostini che ben spiega la differenza tra la Pataria ,movimento riformista interno alla Chiesa ,ma del sec. XI,cui fai riferimento ed i Patari o Patarini ,eretici assai simili ai Catari,ma venuti un secolo dopo la Pataria milanese e condannati dal Concilio di Verona nel 1184 insieme ai Catari ed agli Arnaldisti.Sono questi i Patari cui si riferisce Cammilleri.
L'Enciclopedia infatti conclude:"Non hanno nessun rapporto con la Pataria milanese".
Cosa confermata da Annibale Zambarbieri nell'Enciclopedia del Cristianesimo.
E' vero dunque che la Pataria dell'XI secolo fosse un movimento che aiutò Papa Gregorio VII;ma è altrettanto vero che un secolo dopo eretici pauperistici assai simili ai Catari e chiamati Patari o Patarini furono combattuti dalla Chiesa.Quindi ha pienamente ragione Cammilleri.

Passiamo ai Catari:senza perdersi nei meandri teologici,per smentire le tue affermazioni è sufficiente una discreta conoscenza dell'eresia albigese;la loro comunità era infatti ben distinta in 2 gruppi.
I PERFETTI (perfecti,bonhommes),o Apostoli,gerarchicamente divisi in vescovi e diaconi.A loro ,dopo un lungo rito iniziatico,veniva accordato il Consolamentum .E come afferma giustamente Cammilleri a pag.71 del suo libro che ho citato,poichè questo unico loro sacramento poteva essere dato UNA VOLTA SOLA NELLA VITA,molti di loro si suicidavano.O "venivano suicidati" come in alcune sette odierne.Per paura di non rimaner perfetti.
Essi sì,dovevano astenersi da ogni patica sessuale.
Il secondo gruppo,i semplici credenti,Auditores o Credentes,non erano tenuti alle severe norme dei primi,e potevano praticare qualsiasi attività sessuale,purché "non fecoda.Compresa la sodomia.Perché l'umanità era destinata all'estinzione,per salvarsi.
Gli Auditores ricevevano il Consolamentum prima della morte.

Che il Consolamentum non sia assimilabile alla nostra Estrema Unzione,ce lo conferma un articolo uscito sulla rivista Medioevo nell'aprile 2001 (rivista spesso critica con la Chiesa,e quindi non di parte)che a pag.66, spiega:"Il Consolamentum è il battesimo spirituale che si contrappone a quello d'acqua".
Articolo che illustra come quasi sempre i Catari avrebbero potuto avere salva la vita,come nel caso dell'assedio di Montségur,quando fu proposto loro,dopo la resa,di abiurare.

Di chi siano gli errori e le disinformazioni,tra un Rino Cammilleri affermato studioso e giornalista,ed il nostro affabile Evilphemt ,appare ora molto chiaro.



Vandeaitaliana

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

non la butterei giù così dura

basterebbe che tutti quelli che si dicono cristiani ignorassero questa ricorrenza d'importazione
lupettoblu