Translate

sabato 8 aprile 2006

LE RAGIONI DEL MIO VOTO.

Non ho un partito in cui mi riconosco appieno al 100 % , com' era il MSI della mia gioventù. Nonostante questo, pur non approvando alcune cose in Politica Estera ed altro di Alternativa Sociale , non posso che votare che per AS , per una serie di motivi.

1) Ritengo Silvio Berlusconi meritevole di aver salvato l' Italia, con la sua discesa in campo di anni fa, da una forma pericolosa di regime neo-comunista studiata a tavolino. Ed un voto per AS è anche un voto per Berlusconi.

2) Ritengo che Silvio Berlusconi, pur limitato da mille ragnatele dei lobbisti trasversali ai diversi partiti, abbia contribuito a dare un' immagine del Nostro Paese diversa da quella che oltre cinquantanni di cattocomunismo aveva dato: un Italia disposta a tornare protagonista in Politica Estera, senza cedimenti davanti al terrorismo.

3) Sono orgoglioso di essere Cattolico Apostolico Romano Praticante; credo che i Valori che trovano le radici in questa Fede siano patrimonio insostituibile per l' Umanità intera. Mi riconosco nella Croce come simbolo universale dell' Amore di Nostro Dio, Unico e Trino.

3) Credo in uno Stato Laico ma che non possa disgiungersi dal Cristianesimo, base della Famiglia. Per questo sono contrario al divorzio, all' aborto, alla ricerca genetica senza etica, alle unioni di coppie non naturali, all' eutanasia.

4) Credo che i Valori del Cristianesimo debbano essera alla base dell' educazione dei Nostri Figli, sia in Famiglia che nelle Scuole, private e pubbliche.

5) Sono per il dialogo interreligioso, ma non per un ecumenismo relativista che perda di vista i principi del Cristianesimo. Dialogo che implichi anche la reciprocità di pari trattamento della Fede Cristiana anche in Paesi dove invece tale Fede è maltrattata, osteggiata, condannata e spesso perseguitata.

6) Penso, supportato da molti medici, che non esistano differenze tra i vari tipi di droghe; droghe che vanno combattute anche con interventi militari in alcuni paesi produttori.

7) Credo che la capacità dell' Italia d' importare lavoratori dall' estero sia limitata e vada controllata, sia per evitare problemi legati anche alla sicurezza interna, sia per evitare di creare falsi miti in popolazioni che andrebbero aiutate a crescere nei loro paesi. Sono contrario ad ogni forma d'immigrazione clandestina, che reputo reato da punire soprattutto colpendo le organizzazioni criminali che stanno alla base di questa piaga; nonchè attraverso sanzioni che colpiscano i governi di taluni paesi che se non favoriscono, a volte tollerano tale disumano commercio di schiavi.

8) Sono per la certezza della pena per molti odiosi crimini che si sono intensificati in questi anni anche grazie ad un colpevole atteggiamento di molti giuristi d'ispirazione marxista. Credo che per alcuni di essi, come l' omicidio efferato, il sequestro di persona con conseguente morte dell' ostaggio, l' infanticidio per motivi abbietti, quando ci sia la reale prova della colpevolezza dell' imputato e con tutto il garantismo possibile, debba essere ripristinata la PENA DI MORTE.

9) Sono per il pieno rispetto della proprietà privata, che va tutelata e favorita attraverso incentivi, snellimenti burocratici ed alcune detassazioni di balzelli che frenano lo sviluppo dell' economia. Credo che alla base di questa economia debbano essere privilegiate le micro, le piccole e le medie imprese e che invece debba essere limitato l'aiuto statale a molte cattedrali nel deserto o megaindustrie come è stato dato in questi ultimi sessantanni.

10) Credo che il potere delle banche debba essere limitato e che le stesse debbano tornare ad avere le funzioni per le quali furono create secoli addietro.

11) Amo, nonostante l' ignoranza ed il masochismo di taluni miei concittadini, il Mio Paese, la Mia Patria, la Sua Bandiera, la Sua Storia, la Sua Cultura. Non vorrei essere nato in nessun altro paese al mondo. E sono pieno di gratitudine per un UOMO che nel '900 tanto fece per essa, per la sua grandezza, per i suoi cittadini. E che per questo non posso perdonare chi , dopo averlo osannato per anni, improvvisamente scopre nel suo Movimento, nelle Sue Idee, il Male Assoluto. Movimento ed Idee per le quali caddero, oltre a Lui, molti giovani nelle tre Guerre Civili Italiane (1919-22; 1943-48; anni '70).

12) Per questo combatto per una giusta revisione della Storia, soprattutto nelle scuole dove ancora s' insegna l' odio, anche inconsapevolmente.

Per tutti questi motivi e per altri ancora, pur riconoscendo l'autorevolezza e la capacità del Premier Silvio Berlusconi,

IO VOTO ALTERNATIVA SOCIALE .

EVVIVA L' ITALIA !!!

4 commenti:

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Ecco i commenti:

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

#1 08 Aprile 2006 - 17:17

Una scelta che condivido ... alla Camera ;-)
Per il Senato valuto il sistema elettorale e il mio voto sarà differente, sempre nell'ambito della Coalizione di Centro Destra, per Berlusconi Presidente.
I punti 1 e 2 mostrano come Silvio Berlusconi sia l'unico Leader possibile per il Centro Destra, l'unico Statista che l'Italia possa presentare nella politica internazionale.
Gli
altri sono solo dei nanerottoli politici.
Monsoreau



#2 10 Aprile 2006 - 16:14

Difesa della vita, difesa della vita... ma non eravate voi, quelli del Viva la Muerte?
kaliban


#3 10 Aprile 2006 - 16:24

Noi siamo per la Vita, ci battiamo per la Vita altrui.
Senza aver paura della Morte Nostra.
Perchè crediamo nella Vita Eterna.
Vandeaitaliana

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

#4 12 Aprile 2006 - 08:08

Questi rigurgiti fascisti sono inquietanti. La Mussolini è proprio l'ultima che testimonia quei valori cui tu fai riferimento.

Credo che la voglia di giustizia e stabilità che proponi siano condivisibili, la scelta che hai fatto un po' meno. Berlusconi, nonostante ciò che lui dice, non è affatto lo "statista" che ha salvato l'Italia, piuttosto un piazzista abile e ben protetto che sa come far travisare la realtà.

Riguardo il cristianesimo, penso che ognuno sceglie i valori in cui ritrovarsi, ma che lo Stato debba necessariamente tutelare tutti e fare scelte civili.

L'UOMO di cui tu parli, ma che non osi nominare è stato per questo Paese fonte di un ventennio di tirannia, di leggi razziste, di una guerra mondiale. Sulla bilancia, questi guai pesano molto di più dei treni che arrivavano in orario...
neroinchiostro



#5 12 Aprile 2006 - 14:10

"Rigurgiti fascisti" , scrivi. Ohibò, è pittoresco leggere nel 2006 questi termini da anni '70. Perchè non scrivere anche "La resistenza ce l'ha insegnato:uccidere un Fascista non è reato " ? La valenza politica è più o meno identica.
Quanto al commento sulla Mussolini, la cosa è da dimostrare.
In più il mio voto è anche per onorare la Memoria di Massimo Morsello.

Quanto a Berlusconi, bisognerebbe chiedere a Bush o Putin un parere sulla validità o meno del Suo Governo.
Rimane il fatto, innegabile, che abbia salvato l' Italia dal comunismo con la sua discesa in campo. Ed io, considerandomi mezzo rumeno, non posso che essere grato con Lui per questa scelta.
Quanto a travisare la realtà, beh, stenderei un velo pietoso dopo gli interventi di lunedì notte di alcuni esponenti politici che ignorano che la Maggioranza degli Italiani ha votato per la CdL.

Quanto al Cristianesimo, fare scelte civili non significa negare le proprie radici. Questa è una delle differenze dall' essere Laico piuttosto che laicista.

Limitare poi alla favoletta dei treni in orario le cose positive compiute dal Governo tra le due Guerre Mondiali è veramente da Peppone di Guareschiana memoria.
E per una serie di limitazioni alla mia libertà personale (tutelata invece negli Stati Uniti dal Primo Emendamento), devo pure usare bizantinismi nello scrivere.

Il Regime di Mussolini fece molte meno vittime di Napoleone: eppure i Francesi e molti storici ne celebrano le imprese.
Purtroppo troppo spesso la Memoria, che è di parte, viene fatta coincidere con la Storia. E ciò non è bene.




Vandeaitaliana

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

#6 19 Aprile 2006 - 18:10

Strano, moolto strano inneggiare all'anticomunismo e contemporaneamente plaudire all'amicizia di Berlusconi con Putin. Strano, moolto strano. Ma va bene, perchè se hai scelto la nipotina del DUce in quanto a incoerenza la Mussolini è imbattibile, la legge sulla fecondazione assistita docet. La preferivo nei film erotici. Decisamente brava.
inhocsigno


#7 20 Aprile 2006 - 11:12

Putin sta cercando con mille difficoltà a portare la Russia verso l'Europa e l' Occidente.
Pur con molti che remano contro, all'est, e che ritardano tale traghettatura,sperando in un impossibile ritorno rosso. Come fa oggi Lukashenko in Bielorussia e come fece Iliescu in Romania in passato.
Sempre meglio poi la Mussolini che la Turco ...
Vandeaitaliana