Translate

venerdì 19 luglio 2013

"Brutta negra",sì, "mi ricorda un orango", no ???

Leggo su "Libero" un episodio che mi ero dimenticato, e cioè l' intervista in cui Dolce e Gabbana raccontarono nel 2006 che, durante una vacanza a Stromboli, la sig.ra Clio Napolitano, disturbata dalla musica troppo alta durante una festa degli stilisti(erano vicini di casa), avrebbe (condizionale d'obbligo, maresciallo...) prima apostrofato con insulti i vicini ed i loro ospiti, eppoi avrebbe dato(sempre condizionale...) della "brutta negra" a Naomi Campbell.
Se la notizia fosse vera, io mi sentirei COLPITO ed INDIGNATO...

http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/1281187/Quando-Clio-urlava-a-Naomi---Sporca-Negra--e-Napolitano-non-diceva-nulla.html   

6 commenti:

Massimo ha detto...

Ci vuole del coraggio a dare della "brutta negra" alla Campbell e poi magari prendere le parti della Chienge ... :-)

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

!!!!!

Cat zu Felics ha detto...

Ogni tanto (raramente) cedo alla tentazione di commentare questo blog, e lo faccio adesso anche se questo post è molto meno peggiore di altri ed è scritto contro una persona verso la quale non nutro alcuna simpatia politica, tutt'altro.
Detesto dover difendere Napolitano, migliorista amico di Kissinger, già capo di una corrente finanziata da Berlusconi e dalla cordata di imprenditori milanesi, interlocutore privilegiato dei grandi gruppi finanziari e dei poteri forti in generale, precursore di quella schifezza chiamata Pd (e per questa cosa voi anticomunisti dovreste essergli grati), padrino politico dei governi Monti e Letta, ma c'è una certa differenza:
1) non ci sono prove che la signora Clio abbia rivolto questi insulti alla Campel se non le chiacchiere leggere(forse veritiere, ma non provate) dei due stilisti;
2) La signora Clio non ricopre nessuna carica pubblica - anche se, ne convengo, la moglie del presidente dovrebbe avere un contegno sicuramente più decoroso - mentre Calderoli è vicepresidente del Senato; di conseguenza non saprei da cosa si dovrebbe dimettere;
3) Il fattaccio sarebbe avvenuto in un contesto privato, un comizio un contesto pubblico e altamente politico.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

A me non risulta che la sig.ra Clio abbia querelato Dolce o Gabbana.

Anonimo ha detto...

Certo, anch'io mi sentirei indignatissimo! Cose come "sporca negra" o affini non vanno sicuramente rivolte a nessuna donna di colore, nè alla Campbell nè alla ministra nostrana. Quanto a meritevolezza di stima e rispetto, però, tra la viziata, amorale, a sua volta maleducata e spesso violenta con il prossimo - tanto da divenire a volte protagonista di episodi di cronaca - top model e la mite e seria signora divenuta ministro della Repubblica Italiana una bella differenza c'è!
Tommaso Pellegrino - Torino

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Mite ? Anche le tricoteuses erano miti...